Programmare i post: cambiare punto di vista

Cominciamo..

Questo blog è per me un regalo, uno dei miei appuntamenti con l’artista (cosa sto dicendo? Leggi quì o guarda la pagina facebook ), un momento in cui posso esprimermi al 100% e cercare di fare bene quello che so fare: accogliere storie e trovare la strada.

Ho scelto la foto che stamattina mi rappresenta molto, io, il mio pc con il file per la programmazione dei post e i miei piedi.

Perché uso i piedi? No, non scrivo coi piedi…almeno lo spero (mi piacciono i giochi di parole), ma cerco di guardare le cose da prospettive diverse e mentre riflettevo su questo mi sono accorta di essere proprio in una posizione “diversa” da come siamo abituati a credere quando pensiamo a qualcuno che sta scrivendo.

Sono una psicoterapeuta, le Persone che chiedono il mio aiuto arrivano con una storia complessa, appassionante e spesso vogliono effettuare dei cambiamenti nella loro vita senza, però, sapere che tipo di cambiamenti o in che direzione vorrebbero andare. Ed è a questo punto che intervengo io.

Io adoro i cambiamenti, non significa che io non abbia i miei punti fissi: mio marito, Nina, la mia migliore amica, le mie passioni. Oltre ai punti fissi, li chiamerei Fari che guidano il mio essere, ho un ventilatore in testa che produce idee e cambiamenti.

Uso questo ventilatore nel mio lavoro, cercando soluzioni alternative, districando nodi, accogliendo paure, desideri e passioni. Ascoltare attivamente, partecipare all’incontro con l’altro, esserci. Questi sono gli ingredienti che uso giornalmente nella mia attività. Poi aggiungo ingredienti a seconda del piatto che abbiamo deciso di preparare quel giorno.

Si, mi piace questa metafora: ogni giorno prepariamo un piatto nuovo, a volte sappiamo già cosa ci piacerà mangiare, altre volte si cambia in itinere perché non abbiamo tutti gli ingredienti, altre volte ancora viene una “schifezza”, ridiamo e ci diciamo che andrà meglio la prossima volta.

L’importante è, per me, non dimenticare mai l’unicità di chi mi sta di fronte, di me stessa e della relazione terapeutica.

Se vuoi rimanere in contatto con me o conoscermi meglio hai più opzioni:

  1. visitare il mio sito
  2. seguirmi su facebook
  3. leggere questo primo post

A presto

Simona