Menopausa: un altro viaggio

Me-no-pa-u-sa

Sarà che in questa parola è racchiuso un meno e una pausa, sarà che pausa sembra qualcosa di cui aver paura e meno sembra che ti manchi qualcosa, fatto sta che sento importante ribadire che

la Menopausa non è una malattia

Ripeti con me: Menopausa non è una malattia.

E’ un viaggio come altri viaggi appena trascorsi.

C’è un viaggio iniziale in un luogo incantato come quello delle favole, un luogo in cui tanti elfi osservano ciò che facciamo e sono pronti a morire per noi: è la nostra infanzia.

C’è un viaggio impegnativo in un luogo selvaggio e sconosciuto, pieno di intemperie e scoperte: è la nostra adolescenza.

C’è un viaggio nel posto che volevi visitare da sempre, quello che ti fa sognare e che ti accompagna prendendoti per mano: è l’adultità.

C’è un viaggio liberatorio, quello che hai aspettato per tutta la vita e che ti stravolge come un uragano: è la menopausa.

C’è un viaggio al confine del mondo, amato e temuto, bramato e ignorato: è la morte.

Che ne dite se cominciamo a chiamarla PiùStart invece che MenoPausa?

Non ti racconterò dei cambiamenti ormonali di questa fase della vita di una donna, ci sono professioniste più brave e competenti di me che possono farlo. Lei è una di queste professioniste.

Non ti parlerò di quanto sia importante l’alimentazione e l’attività fisica, Camilla e Alessia possono parlarvene per ore con molta più grinta di me.

Io voglio raccontarti di quel viaggio atteso per anni da alcune di noi, fatto di frasi retoriche che suonano più o meno così:

Il dolore? Passerà con la menopausa

Quando sarai in menopausa potrai fare sesso liberamente

Speriamo arrivi presto, ste mestruazioni non le posso più sopportare

Ma ci pensi? Che fortunate le donne che non hanno le mestruazioni, possono mettersi i pantaloni bianchi e andare al mare quando vogliono

Io voglio parlarti della paura di cominciare a sentire che le ovaie non sono più attive come prima, anche se prima ti facevano male e pulsavano come due piccoli muscoli cardiaci dentro il ventre.

Io voglio parlarti dei pensieri che non avevi mai avuto e che adesso si impossessano di te come gli zombi dei peggiori film dell’horror. Voglio farti ascoltare le voci che rimbombano dentro la testa e ti dicono cose impronunciabili e tu non sai se sei ancora tu.

Io voglio raccontarti che alternare un freddo gelido al cuore e poi un caldo torrido al petto, può farti sentire che il mondo non gira più come prima, che forse la terra è veramente piatta e tu cammini dall’inverno all’estate senza sosta.

Io voglio dirti che non devi avere paura quando comincia a spuntare il primo pelo pubico bianco, che ne spunteranno altri e che non sarà mai più solo.

Voglio che la prossima volta che qualcuno che ami e che hai sempre desiderato, ti tocca, non ti spaventi perché sei rallentata nelle risposte, adesso puoi andare più piano e puoi sentire cose che prima non erano alla tua portata, troppo impegnata a correre veloce.

Voglio darti il permesso di guardare le stelle e di viverti questo momento magico.

Sei come in una bolla ovattata, qualcosa rimbomba, qualcosa si perde.

Sei una PiùStart, ricordalo.

Sei tu.

Sei una Donna.

Se non ami più cammina e non voltarti indietro.

Se non senti più il tuo corpo, immergilo nella schiuma e accarezzalo.

Se non credi nei tuoi pensieri, condividili con qualcuno.

Se non credi in te stessa, guardati allo specchio, assapora ogni ruga, ama ogni poro.

Ciao Donna.

Stare su Instagram è un atto di responsabilità, la nostra presenza in rete lo è, nei confronti di chi ci legge e ascolta.

Vorrei non destare mai confusione e quindi approfondisco la tematica sulla menopausa in modo che non ci siano (spero) ancora dubbi su quanto ho scritto.

Ieri mi è arrivata una richiesta in direct, la persona mi chiedeva se l’abbassamento del desiderio potesse essere dovuto al fatto che forse non ama più suo marito o alla menopausa.

Ovviamente non so se la persona ama ancora suo marito o meno, solo lei può saperlo o scoprirlo, ma so per certo che la menopausa può avere degli effetti (non in tutte le donne) anche sulla libido.

Di pancia ho sentito, però, che era importante non passare una serie di messaggi:

  • La menopausa non è una malattia
  • La menopausa non toglie nulla alla donna: da qui il “gioco di parole” che non voleva togliere valore ad una parola così preziosa come menopausa, anzi, voleva essere un modo per ribadire che si tratta di una fase della vita di una donna che va accettata, compresa, vissuta.

Menopausa deriva dal greco ed è composto da meno (ossia mese) e pausa (fermata)

Spesso si confonde con il Climaterio che, sempre di derivazione greca, significa gradino, passaggio e che indica tutto il periodo di transizione che la donna attraversa: dalla condizione di fertilità alla cessazione completa delle mestruazioni (menopausa).

Infatti, mentre si definisce Menopausa il periodo in cui si ha assenza di mestruazioni per 12 mesi consecutivi, il periodo del climaterio è, come dice la parola stessa, una fase di passaggio in cui avvengono i principali sintomi che possono essere più o meno marcati e invalidanti e variano da persona a persona e in cui si può assistere a mestruazioni irregolari, interruzioni anche di alcuni mesi, cambiamenti nel flusso, ecc..

E’ importante dire che tutto questo stravolgimento non è altro che un atto d’amore della natura per prepararci a vivere un altra fase di vita, non è un castigo, anzi 🙂 serve proprio a non provocare shock istantanei che potrebbero davvero avere delle conseguenze devastanti e pericolose.

Una complessa fenomenologia neurovegetativa, somatica e psichica avvengono nel corpo della donna che può sentirsi vulnerabile e persa.

Per questi aspetti, come dicevo ieri, vi rimando a professioniste che se ne occupano giornalmente e che possono affrontare e approfondire la questione. Violeta, Alessia e Camilla, ma anche Sara 

Solo alcuni accenni di sintomi

  • Vampate di calore, improvvisi sbalzi di temperatura con arrossamento di alcune zone in particolare: viso, collo, petto e calo successivo di temperatura con sensazione di freddo
  • Depressione, il più importante disturbo psicologico e da non sottovalutare.
  • Disturbi del sonno come agitazione, insonnia, risvegli improvvisi
  • Modificazioni cutanee come prurito e aumento delle rughe, disidratazione
  • Disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico con dolori alle ginocchia, anche, ecc.
  • Problematiche urologiche come cistiti e uretriti

Quando si va in menopausa?

Come spesso accade, vi sono delle fasce d’età che servono per classificare qualcosa che, come dicevo prima, è molto soggettivo.

Per convenzione

  • Menopausa precoce: fascia d’età inferiore a 40 anni)
  • Menopausa Prematura (40-45)
  • Menopausa spontanea (46-55)
  • Menopausa taardiva (56 anni)

Non dimentichiamoci che la menopausa può essere anche frutto della conseguenza di alcuni eventi di vita, come nel caso di donne che devono effettuare cure chemioterapiche o sono affette da endometriosi a stadi critici (e non solo).

Per quanto riguarda la sessualità, comprendete che un tale stravolgimento su più fronti non può che essere toccata, a volte sfiorata (raro), altre volte travolta come un uragano ed è importante sapere che ci possono essere dei cambiamenti nelle fantasie sessuali, nel desiderio, nella risposta corporea agli stimoli, nei pensieri associati alla rappresentazione di noi, ecc..

Molti studi hanno confermato che i cambiamenti di questa fase di vita incidono sul desiderio facendolo diminuire, vi può essere un’insorgenza di dolore vaginale (da valutare con lo specialista), mancanza o diminuzione della lubrificazione, bruciore dopo il rapporto, ecc..

Altresì le donne intervistate che avevano superato la fase di modificazioni ed erano entrate in menopausa, affermano di essere soddisfatte (in media ovviamente) del rapporto sessuale col proprio partner.

Ciò che ancor poco si dice e che si sta cercando di approfondire, è che alcune donne in menopausa, riprendono contatto con una parte della propria femminilità, si sentono maggiormente libere di vivere e sperimentare la propria sessualità, effettuano anche dei cambiamenti anche nelle relazioni (non sono poche le donne che ho incontrato che hanno deciso di concludere matrimoni trentennali) o decidono di riprendere vecchi sogni e attività.

Se volete che io approfondisca queste tematiche (menopausa e sessualità) scrivetemi, lo farò volentieri nelle prossime settimane.

Photo by eddie howell on Unsplash